salta al contenuto

Fornitura di apparati radio portatili - Dipartimento amministrazione penitenziaria - CIG 706560300D - Determina a contrarre

29 maggio 2017

Dipartimento dell'amministrazione penitenziaria
Direzione generale del personale e delle risorse
Ufficio VIII – Sezione delle telecomunicazioni

Prot. n. 0083569

Il Direttore generale

Visto il contratto n. 3992 del 10 aprile 1998 stipulato per la progettazione, realizzazione e fornitura in opera di una rete radiomobile privata per le esigenze del Corpo di polizia penitenziaria relativamente alle regioni Sicilia, Calabria e Basilicata;

Visto il contratto n. 4068 del 30 dicembre 1999 stipulato per la progettazione, realizzazione e fornitura in opera di una rete radiomobile privata per le esigenze del Corpo di polizia penitenziaria relativamente alla regione Campania;

Visto il contratto n. 4076 del 11 febbraio 2000 stipulato per la progettazione, realizzazione e fornitura in opera di una rete radiomobile privata per le esigenze del Corpo di polizia penitenziaria relativamente alle regioni Lazio e Puglia;

Visto il contratto n. 4770 del 6 dicembre 2005 stipulato per il completamento e la rimodulazione della rete radiomobile DAPNet su tutto il territorio nazionale;

Considerata la pressante necessità di provvedere alla sostituzione di un numero di congruo numero di apparati radio portatili prodotti dalla Selex ES s.p.a.;

Vista l’impossibilità di reperire sul mercato pezzi di ricambio per mantenere in efficienza gli apparati in uso;

Vista la necessità di uniformare gli standard di sicurezza in uso su tutto il territorio nazionale, con l’uso di un unico apparato di comunicazione portatile, che ripeta il protocollo DAPNet e fornisca i livelli minimi di crittografia della voce;

Considerato che il complesso delle reti radiomobili attualmente operanti sul territorio nazionale sono state interamente fornite e poste in opera dalla ditta PROD-EL Prodotti Elettronici S.p.A., oggi Selex ES S.p.A., sviluppando specifiche interfacce con altre sistemistiche impiegate dall’Amministrazione in seno al medesimo programma DAPNet;

Considerato che per garantire il funzionamento e di conseguenza la comunicazione tra le Stazioni Radio Base (SRB), gli apparati radio (veicolari, portatili, stazioni fisse, etc.) e le Centrali Operative Regionali è necessario utilizzare un unico protocollo di comunicazione, che permetta di chiudere la struttura della rete e renderla sicura da eventuali attacchi esterni;

Vista la ricognizione effettuata da questa Direzione Generale, al fine di conoscere l’esigenza di apparati radio portatili, pari a circa 2000 pezzi sull’intero territorio nazionale;

Considerato che l’apparato individuato consente la doppia modalità di utilizzo, sia sulla rete radiomobile DAPNet, sia sulla rete radiomobile digitale, portando un risparmio economico in termini di acquisto del materiale e di eventuali installazioni da effettuare;

Considerato che l’apparto portatile da acquistare deve rispettare requisiti standardizzati dal mercato attraverso apparati radio che rispettano i requisiti di comunicazione in banda 136-174 Mhz;

Considerato che l’Amministrazione penitenziaria ha realizzato un protocollo di comunicazione proprietario, denominato “protocollo DAPNet”, standard di riferimento per tutte le comunicazioni in fonia, in grado di garantire la sicurezza delle stesse e la conseguente crittografia della voce, in modo tale da evitare qualsiasi possibilità di interferenza e ascolto;

Considerato che l’apparto radio portatile da acquistare deve rispettare i requisiti standard del protocollo di comunicazione DAPNet, senza il quale lo stesso non può essere utilizzato sulla rete radiomobile del Corpo di polizia penitenziaria;

Considerato che l’acquisto in argomento rientra nell’ambito di forniture standardizzate non modificabili in uso a questa Amministrazione, e caratterizzate da elevata ripetitività, in quanto trattasi di apparati di uso frequente, utilizzati quotidianamente dal personale di Polizia penitenziaria nell’espletamento del servizio traduzioni;

Visti la legge ed il regolamento per la contabilità generale dello Stato;

Visto l’art. 32 del d.lgs. 18 aprile 2016, n. 50;

Considerato che la tipologia dei servizi di cui si necessita non sono reperibili sul M.E.P.A.

Decreta

  1. di avviare la procedura per l’acquisto di n. 300 apparati radio portatili, con eventuale opzione per ulteriori 250 apparati, secondo il capitolato tecnico e le indicazioni fornite dall’Ufficio VIII di questa Direzione generale;
  2. il valore stimato del presente appalto, calcolato ai sensi dell’art. 35 del d.lgs. 18 aprile 2016, n. 50 (Codice dei contratti pubblici) e comprensivo, quindi, anche del valore dell’eventuale esercizio del diritto di opzione, è pari a euro 414.150,00, IVA esclusa;
  3. la base d’asta, fissata sul prezzo unitario (per singola apparecchiatura), è pari a euro 753,00 (I.V.A. esclusa);
  4. di approvare il seguente quadro economico generale di spesa:
    Categorie Totale
    Costo intervento  
    Forniture euro 225.900,00
    Oneri della sicurezza  
    Opere esculso oneri della sicurezza euro 225.900,00
    Opere soggette a ribasso euro 225.900,00

    Quadro economico riepilogativo di progetto
    Categorie Totale
    a) Totale intervento euro 225.900,00
    b) Incentivo spese tecniche 2% su a) euro 4.518,00
    c) I.V.A. 22% su a) euro 49.698,00
    d) Contributo AVCP euro 225,00
    e) Spese pubblicità euro 15.000,00
      euro 295.341,00
  5. l’approvvigionamento in argomento dovrà avvenire attraverso una gara pubblica in ambito comunitario, secondo quanto previsto dall’art. 60 del d.lgs. 18 aprile 2016, n. 50;
  6. di procedere ad aggiudicare l’appalto secondo quanto previsto dall’art. 95 comma 4 lettera b) del d.lgs. 50/2016, trovandoci in presenza di prodotti con caratteristiche standardizzate;
  7. di imputare la spesa, pari ad euro 280.465,00, inerente l’approvvigionamento in premessa sul capitolo 7321, articolo 1, esercizio finanziario 2016, lettera F, fondi provenienti dal Decreto del P.C.M. di concerto con il Ministro E.F. del 2 novembre 2016;
  8. le funzioni di Responsabile del procedimento saranno svolte dall’ing. Gerardo Palmieri.

Roma, 9 marzo 2017

Il Direttore generale
Pietro Buffa


Strumenti